Rassegna Stampa (in progress)

100 comments


30 sett. 2008. Come vedesi il post è in progress.
Comunque per i link riportati ieri e qualcuno di più, cliccate qua.

Poi ci sarebbero un po’ di post. Cominciamo da quello di Lia e poi quello di Animasalva.
Intanto sui quotidiani odierni (30 set.) quello che è linciato sono io. Nella top ten svettano i campioni di libertà e di misura di Libero e il Giornale, evabbeh ci mancherebbe. (ore 11.30) La "notizia" sulle Home di Repubblica e Corriere resiste di più di una strage in Irak o di una catastrofe umanitaria a caso (a proposito di "senso della misura"), anche se solo il corriere.it (non il corriere della sera cartaceo, linciante anch’esso) mi ha chiesto un’intervista che ho dato alla corretta Laura Cuppini. D’altronde mi arrivano decine di mail di sostegno, anche molto autorevoli, ma non le pubblicherò a meno che qualcuno degli scriventi non me ne dia il consenso espressamente (naturalmente ringrazio tutti i commentatori, perlopiù passanti e ripassanti che mi conoscono bene). Invece è tutto abbastanza surreale, specie le accuse, per uno che ha fatto della nonviolenza capitiniana il suo unico credo. Interessante, dopo averlo denunciato spesso con le mie vignette, vivere questo strano paradosso "informativo". Già, come dire chessò che Michael Moore è a favore delle stragi nelle università perché ci ha fatto un film. A dopo.

Written by Mauro Biani

settembre 29th, 2008 at 8:06 pm

100 Responses to 'Rassegna Stampa (in progress)'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Rassegna Stampa (in progress)'.

  1. E’ vero, ti nomina solo Staino.Sono dei veri maleducati. Oppure adottano la stessa politica Veltroniana in campagna elettorale, non nominare mai il nemico… abbiamo visto che fine ha fatto Veltroni, un’ombra.

    In gamba sempre!

    Ale

    FamChinaski

    29 Set 08 at 14:08

  2. ALLORA RIPOSTO:

    fantastico,

    l’autore delle vignette di AZIONE NONVIOLENTA (rivista del Movimento Nonviolento) accusato di essere un violento…

    magari non è la tua vignetta migliore, MA DAIIIIIIIIIIIII….

    Mauro, ti sostengo.

    Aloha, Massimiliano

    Movimento Nonviolento – Trento

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:08

  3. ALLORA RIPOSTO:

    fantastico,

    l’autore delle vignette di AZIONE NONVIOLENTA (rivista del Movimento Nonviolento) accusato di essere un violento…

    magari non è la tua vignetta migliore, MA DAIIIIIIIIIIIII….

    Mauro, ti sostengo.

    Aloha, Massimiliano

    Movimento Nonviolento – Trento

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:09

  4. grande mauro. la vignetta ha colpito peggio di una vera revolverata.

    non pensavo se la prendessero così… azz

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:13

  5. Mi dispiace, ma questa volta la sua vignetta è un obrobrio.

    Non è satira…

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:13

  6. Mauro, dichiara subito una smentita, tu quella vignetta non l’hai mai disegnata, sei stato frainteso dai soliti fascisti politicizzati, di solito funziona!

    oppure che sei tarantiniano e ti rifai a pulp fiction 🙂

    ps. ma proprio gasparri? da che cazzo di pulpito! 🙂

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:28

  7. Provo profondo schifo e vergogna per lei. Non è molto più di chi ha ucciso Dalla Chiesa

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:29

  8. Su dai da bravo chiedi scusa come ha fatti il nostro premier sul lodo alfano.

    come no non ha chiesto scusa?? no bo

    allora come la russa sulle sue frasi. a anche lui ha detto che comunque anche Violante ne aveva dette di peggiori.

    bah comunque su dai chiedi susa a Brunetta non vorreai mica che le polemiche spostino l’asse terrestre di qualche centimetro

    ciao ciao 🙂

    http://dilettomanoppello.blogspot.com/

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:30

  9. Mi è sempre piaciuto il tuo modo di fare satira. Ti seguo da tempo. Questa volta devo dire che questa vignetta presta il fianco alle critiche. Ma chi ti conosce sa che sei un non violento e che lotti contro ogni forma di violenza. Quindi continuerò a seguirti.

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:37

  10. Sarebbe noioso pensare un commento per un grande “artista” come te per cui ne riciclo uno letto su daveblog

    “ma vatti a sparare un colpo in gola, grazie. Così, tanto per ridere, ovviamente”

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:44

  11. Quelli fanno la loro parte, tu fai la satira, magari pesante per alcuni.

    Ma allora dovrebbero censurare un bel po’ di film, mi viene in mente “Pulp Fiction”, se ne hanno coraggio o quello dove uccidono Bush o Berlusconi.

    Magari potresti aggiungere sotto il titolo di Emme: “questa è satira, ogni riferimento a cose o persone realmente esistenti è puramente casuale, o necessario per i fini della Satira; la responsabilità di qualunque comportamento liberamente ispirato al contenuto dell’inserto è puramente personale, sia che si tratti di semplici cittadini o di grandi politici”.

    Buon lavoro e buona satira, Francesco

    masanjella

    29 Set 08 at 14:49

  12. Nessuno continua a riconoscere il ragazzo finlandese che ha fatto la strage, è quella la chiave.

    Invece si sfonda la porta, come sempre.

    lorenzocalza

    29 Set 08 at 14:50

  13. io non ho capito la vignetta… e penso sia peggio di ogni altro commento. Non lo so se è satira, se è volgarità, se è pericolo… non mi dice niente. Eppure sai fare di meglio. O forse le cose più semplici e immediate sono più alla mia portata. Di certo ti fa buona pubblicità. Ma se la De Gregorio ha chiesto scusa, tu? tu, che farai? potrai pubblicare ancora le tue vignette sull’Unità, ma anche no?

    PErché la De Gragorio mi sembra tanto il lato femminile di Uolter Veltroni… ma anche quello maschila.

    In bocca al lupo, Mauro

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:50

  14. sì, pur riconoscendo il ragazzo finlandese, la battuta sagace ‘ndo sta?

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:53

  15. Rieccoci alle prese con le accuse di terrorismo… E’ evidente che il tentativo della vignetta non sia quello di spingerci ad impugnare una pistola, bensì quello di farci domandare: qual’è la VERA violenza? Purtroppo è il solito vecchio e sporco gioco giocato da media e politici attorno al concetto di “violenza”, per cui appare più violento chi lancia una pietra per indignazione di chi coi soldi nostri spedisce soldati a bombardare civili innocenti. Morale: non dobbiamo chiederci se siamo violenti noi, dobbiamo capire e far capire che i violenti sono LORO!

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:53

  16. “Ceci ne pas une pipe” diceva il caro Magritte..

    Un disegno di una pistola puntata non è una vera pistola puntata, a maggior ragione se è pubblicata su una rivista SATIRICA.

    Ripeto: S-A-T-I-R-I-C-A.

    Tutta questa bagarre è ridicola.

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:54

  17. La vignetta è odiosa proprio riconoscendo il ragazzo finlandese…scherzare su quel dramma non dovrebbe far ridere proprio nessuno.

    utente anonimo

    29 Set 08 at 14:56

  18. la battuta sagace ‘ndo sta?

    Mmmmhhh… Ti sei sforzato a leggere il titolo della vignetta? Forse che sia il concetto (assai abusato dai politicanti, almeno fino a quando non arriva un Gustavo Selva qualunque a spiegare che le missioni di pace sono in realtà operazioni belliche coloniali mascherate) di “guerra giusta” la chiave di lettura? La questione è che in questo caso la risata dovrebbe risultare bloccata, ma non dall’indignazione per un presunto incitamento alla violenza, quanto da quella che dovrebbe provare chi si rendesse conto della drammatica situazione economica e sociale in cui ci stanno trascinando: siamo sfruttati e precari ma, inconsapevoli del nostro ruolo sociale ed abbandonati a noi stessi, non ci riconosciamo più nè proletari, nè forse addirittura esseri umani… Almeno indignatevi per il motivo giusto, per la miseria!

    utente anonimo

    29 Set 08 at 15:04

  19. Carissimo,

    nel manifestarti tutta la mia solidarieta’, ti faccio notare che anche l’altra volta ( il famoso sessantotto violento) comincio’ con la manipolazione di una pistola puntata da un manifestante contro la polizia.

    Questa volta, c’e’ sempre la pistola, c’e’ la manipolazione mediatica, ma non c’e’ la foto, c’e’ solo la satira.

    A dimostrazione che la Storia si presenta sempre due volte: la prima come tragedia, la seconda come farsa.

    Stammi bene

    Aldo Vincent

    utente anonimo

    29 Set 08 at 15:09

  20. Caro Mauro!

    In tuo sostegno chiaramente!

    Scusami,ma si sono arrabbiati perchè gli hai rubato il mestiere!come hai illustrato tu in una tua vecchia vignetta,il Ministero della Paura e il suo controllo ,è una loro esclusiva!

    utente anonimo

    29 Set 08 at 15:32

  21. Non ti fermare, hai la solidarietà di tutta la gente che lavora.

    La satira comoda non è satira e semplice celebrazione del potere. Complimenti vivissimi…

    utente anonimo

    29 Set 08 at 15:46

  22. La satira non deve piacere al potere altrimenti si chiama Porta a Porta…comunque, giusto per fare un esempio, in Francia la satira mandò in onda l’uccisione dell’allora Presidente della Repubblica Chirac e nessuno si sognò di gridare allo scandolo o di pretendere le scuse, in Francia sanno benissimo cos’è la satira e la rispettano, dal primo cittadino all’ultimo!

    link del video della satira in Francia:

    http://it.youtube.com/watch?v=t-52PMcrwG0

    Buon lavoro anche da parte mia e buona satira!!!

    Anna

    utente anonimo

    29 Set 08 at 15:54

  23. Per quello che può valere, hai tutto il mio appoggio.

    Forse, molti di quelli che ti criticano non hanno visto le tue precedenti vignette.

    Non vi è traccia di violenza, ma attenzione per i problemi che opprimono la nostra società.

    utente anonimo

    29 Set 08 at 17:45

  24. il finlandese, la guardia giurata, brunetta, la mobilità, gli impiegati modello… questa vignetta è semplicemente geniale, le scuse dell’unità penose, al passo coi tempi… non ti conoscevo, chissà poi?, ma questa l’hai veramente azzeccata. Ripeto geniale. Firmato: uno che nel ’77 aveva otto anni e sbirciava qualche copia del Male che compravano i suoi, tipo cristi e madonne che fornicavano, non so se mi spiego…

    utente anonimo

    29 Set 08 at 20:43

  25. Complimenti caro Mauro!

    La tua vignetta è un capolavoro satirico. Pluristratificata a livello di contenuti. Il problema non è nella vignetta ma in chi la guarda e non la capisce.

    Con stima

    MrG

    utente anonimo

    29 Set 08 at 21:00

  26. Ho notato che tra i commentatori a difesa di Biani ci sono alcuni anonimi e alcuni che si firmano; ma perché quelli che lo attaccano sono tutti anonimi?

    Skeight

    29 Set 08 at 21:30

  27. geniale. Tre tematiche in una. Abbinamento per nulla facile, eppure ha colpito doppiamente proprio coloro che mentre gli si mostra la Luna vedono il dito. Povero Brunetta! Con tutte le vigne che gli si sono riversate contro, non ha ancora capito di quanta fantasia c’è fuori dai ministeri e quanta poca dentro. Bravo Mauro!!!!

    monetalbum

    29 Set 08 at 21:32

  28. Dopo otto ore di lavoro passate tra chi non ha nulla e una serata con pargoli che sfiancano ma ritirano su il morale,ringraziando dio!,accendo la tv (dato che il marito precario e’ spesso fuori per lavoro)e mi incrocio con la famosa isola.E allora penso alle persone con cui lavoro e mi viene da chiedere scusa.Penso ai pargoli,di tutte le mamme,sperando che stiano facendo bei sogni.E penso anche di essere felice di essere tua sorella (e anche di francesco:) ) forse non e’ chiaro il concetto, sono un po’ stanca, ma fa lo stesso.Buonanotte.

    utente anonimo

    29 Set 08 at 21:34

  29. Ti seguo da tempo, anche se quasi sempre in silenzio. Qualche tua vignetta la posto nel blog che ho su Travaglio. Ho imparato ad apprezzare la tua limpidezza e la tua onestà. Per quello che può contare, magari un pochino sì, hai tutta la mia totale solidarietà.

    Ancora non ho sfogliato Emme, ma sono ancor più contento di averlo acquistato pure in questo lunedì. Tu continua così, perchè lui e la Gelmini sono autentici criminali e almeno c’è la soddisfazione di averli fatto un po’ incazzare. Gasparri poi è il massimo: neppure in vignetta risulterebbe così espressivo (?) com’è al naturale (?). E’ sempre la satira che si vorrebbe mettere a tacere, quando il potere non è poi così sicuro di se stesso. Sono veri farabutti costoro, piduisti, fascisti vecchi e di ritorno.

    Le vignette fanno bene, sono aria pulita, antidoto ai BrunoFede, EmilioVespa e a quei reggitori di microfono che sono molti giornalisti televisivi.

    Ti appoggio Mauro e complimenti, non da oggi.

    Frank57

    Ciao e sempre in bocca al lupo.

    Frank57

    29 Set 08 at 21:47

  30. sono con te e con la libertà di disegnare quello che si vuole o crede, dai profeti con le bombe (vignette danesi) ai coloni incazzati (Latuff….).

    sei anche nel mio blog.

    una riflessione: leggo di alcuni che trovano la tua vignetta orribile e criminale.

    anche ammesso che tu abbia commesso un crimine a disegnare quello che hai disegnato, mi ha colpito molto questo fatto: quasi nessuno dei tuoi critici si è firmato.

    ma se sono così sicuri di essere “dalla parte giusta”, di essere i “buoni fustigatori della morale”, PERCHE’ si cagano sotto così tanto da non firmarsi né linkare a un loro blog?

    forse è perché persino loro, in cuor loro, pensano di non essere poi così tanto “giusti”.

    io mi firmo e sono con te in nome del diritto di satira e della libertà d’espressione.

    che faccia cagare o no, tu hai il diritto di disegnare e pubblicare le vignette che vuoi.

    Furio DETTI (aka. Necroclerico)

    utente anonimo

    29 Set 08 at 22:22

  31. sei un grande …stop! 😉

    Danith

    29 Set 08 at 22:39

  32. Oh, ma quante storie!

    Non bisogna essere esperti per capire che il tizio armato della vignetta sta mirando alto e avrebbe mancato brunetta di due spanne buone.

    utente anonimo

    29 Set 08 at 22:41

  33. Gasparri vuole le scuse, Gasparri !!!. Ma per carità!

    Mauro questa è la conferma che è tutto ok. E cioè che loro, purtroppo, sono sempre gli stessi. E tu, fortunatamente, pure.

    Lasciali cantare!

    ciao

    Sioux

    29 Set 08 at 22:45

  34. Da me c’è ciò che ne penso di ‘sta storia. Qui volevo solo lasciarti un abbraccio.

    Lia

    haramlik

    29 Set 08 at 23:13

  35. vignetta splendida, senso della vignetta splendido.

    non leggo l’unità e non ti conosco quasi, ma questa vignetta è un gioiello.

    fanculo le polemiche pretestuose.

    brullonulla

    30 Set 08 at 00:00

  36. Eddai Mau, dovevi dirlo che era satira!

    Dicono che non si capisce e in fondo bastava un cenno, poche parole tra parentesi, a caratteri piccolini. Che ti costava? Una roba tipo:

    “O algido lettor,

    io sono di satira vignetta.

    Non biasimar l’autor

    che giammai intese

    alcun male né dolor.

    Né tanto meno

    maltrattar Brunetta”
    .

    Sai pure che il paragone con ben più preoccupanti e virulente chiamate alle armi (passate quasi per dimostrazioni di simpatica goliardia) non regge. In certi casi non occorre infatti alcuna didascalia. Bastano le facce.

    pipistro

    30 Set 08 at 00:13

  37. Sfogati finché ce n’è perché a breve sarà istituito il regolamento di satira. Che ci piace un po’ a tutti reiniventare il significato delle parole per nascondere il senso dei gesti… eliminare la libertà d’espressione è l’unico obiettivo chiaro mi sa.

    Non farti intimidire, il tuo strumento è ancora potente.

    🙂

    elisa

    utente anonimo

    30 Set 08 at 08:39

  38. Ti ho mandato una mail per verificare se il mio post non ti desse fastidio.

    http://pensatoio.ilcannocchiale.it/2008/09/29/perche_la_vignetta_di_biani_no.html

    utente anonimo

    30 Set 08 at 08:45

  39. La satira è sghignazzo…e codesta vignetta non lo confà! un caro saluto.

    utente anonimo

    30 Set 08 at 08:48

  40. Ho letto molto sull’argomento, (articoli, forum, immancabili “che ne pensi?”) Molto più di quanto non abbia letto su disoccupazione e carestia, e mi sono fatta un’idea: se avessi messo in mano al finlandese una spranga, non sarebbe successo tutto ‘sto casino.

    🙂

    R.

    guevina

    30 Set 08 at 08:51

  41. in passato hai fatto vignette belle e meno belle, ma questa è abbastanza deprimente.

    Hai fatto una cazzata, capita.

    utente anonimo

    30 Set 08 at 08:54

  42. piena solidarietà a mauro e profonda vergogna di di chi si scandalizza di quello che professa

    Viviamo in uno stato di cowboy dove è legale farsi giustizia da soli, dove è normale ammazzare un ragazzino per un pacchetto di biscotti e prenderne un altro per il collo per il sospetto che rubasse delle caramelle, si poi si pensa di perseguire chi dice la VERITA’

    Vergogna!

    TYTTY_

    30 Set 08 at 10:37

  43. Mauro sono con te al 100%

    Un saluto

    vadelfio

    30 Set 08 at 10:40

  44. Ma vai a lavorare

    utente anonimo

    30 Set 08 at 10:53

  45. Oh, ma quante storie!

    Non bisogna essere esperti per capire che il tizio armato della vignetta sta mirando alto e avrebbe mancato brunetta di due spanne buone.

    Dipende. Magari passava di lì il celebre calcinaccio-UFO di p.zza Alimonda a deviare il proiettile…

    utente anonimo

    30 Set 08 at 11:06

  46. Caro anonimo 44, mauro lavora tanto almeno in 2 settori (vignette ed educatore professionale) e sempre per la PACE, con un atteggiamento di ascolto e vera nonviolenza. Ma si sa nel tempo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario. Questo è stato l’ennesimo inganno mediatico, ma noi siamo con te caro Mauro.

    Margherita Solfrito

    utente anonimo

    30 Set 08 at 11:07

  47. Ti seguo da parecchio, a me la tua satira è sempre piaciuta.

    La tua, e non quella di una certa destrina perennemente indignata, ma che poi si sganascia su autentici “pezzi d’arte” come questo: http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/files/2007/02/libero.jpg

    L’Italia è un brutto posto dove vivere.

    Andrea, di Napoli

    utente anonimo

    30 Set 08 at 11:11

  48. Povere anime vendute, povere mosche cocchiere, poveri quaqquaraqquà impegnati a cercare qualsiasi pretesto pur di non parlare dei disastri in cui il loro Padrone sta mandando il nostro paese. Mauro, non è un paese per adulti. Ci vuole un vero uomo, un vero artista, per parlare di armi. Che speranza hanno loro, che hanno come fari Bushetto e Kossiga, cioè notori imboscati che vestono la divisa senza averne titolo? Un inchino. Anche perché non si sa mai, questi si indignano tanto ma poi i calcinacci partono sempre da quella parte…

    =D

    utente anonimo

    30 Set 08 at 12:07

  49. Boh, l’url l’avevo messo…

    Sempre =D

    utente anonimo

    30 Set 08 at 12:08

  50. Mi permetto di intervenire su quelli che non definiscono “satira” la tua vignetta.

    su wikipedia

    http://it.wikipedia.org/wiki/Satira

    si definisce “satira” un messaggio che , attingendo all’arte, mette in luce una contraddizione, soprattutto di tipo politico. E, strappando la risata (non in tutti, ovvio. Il ridere è fortemente soggettivo) smaschera l’ipocrisia del messaggio dominante.

    Che nella fattispecie è quello “punitivo” verso i fannulloni. Ipocrisia che nei fatti occulta la negazione indiscriminata del diritto di ammalarsi a gente che piglia, mediamente, 1000 euri al mese e che se si ammala, con questo decreto fatto da uno (vedi il mio blog) oltretutto assenteista a sua volta e che colpisce, come al solito, i piu’ indifesi in questa società.

    Quindi la tua vignetta che porta alle estreme conseguenze lo stato di certuni che puo’ capitare che si sentano così, è senza dubbio satira.

    Ma ormai qui satira si potrà definire solo la carovana innocua del bagaglino .

    Ciao

    Cloro

    utente anonimo

    30 Set 08 at 12:30

  51. Ma sei tu quello della vignetta contro Brunetta!Io leggo direttamente la fonte,ovvero il tuo blog.Non ti curar di lor…

    utente anonimo

    30 Set 08 at 13:07

  52. 1) massima solidarietà

    2) sarebbe stata a pennello sul Male, mi piace un sacco.

    ciao

    Umberto

    utente anonimo

    30 Set 08 at 13:43

  53. Poveri politicanti da Bagaglino…

    Mau, io la tua storia la conosco. E anche la loro, soprattutto quella dello “sputacchiatore”. Per questo sono sempre con te, a prescindere. Perchè una vigna viene come viene, ma la tua vita testimonia chi sei.

    mericonci

    30 Set 08 at 14:14

  54. Le esprimo tutta la mia solidarietà, e mi associo ad umberto qui sopra che citava “il male”. Un mio amico mi ha mostrato un libro uscito di recente che ne raccoglie alcune copertine. Se penso che in pieno sequestro moro il male poteva titolare “ugo tognazzi a capo delle br”, credo che questo episodio, insieme a molti altri, mostri come la nostra libertà di opinione sia oggi gravemente compromessa.

    Claudio C.

    utente anonimo

    30 Set 08 at 14:14

  55. “Un’ideologia che ha bisogno di attaccare la cosa che la minaccia di meno, è un’ideologia che non sopravviverà alla propria generazione”.

    Coraggio Mauro, purtroppo li abbiamo già sperimentati per un’intera legislatura, ma vedrai, non dureranno.

    NyFrigg

    30 Set 08 at 14:24

  56. Ne ho lette di tutti i colori, è proprio vero: “QUANDO QUALCUNO INDICA IL CIELO CON UN DITO, GLI IMBECILLI GUARDANO IL DITO”.

    Ciao Mau, non ti curar di lor ma guarda e passa….

    Stefano

    utente anonimo

    30 Set 08 at 14:56

  57. Anch’io voglio esprimere la mia solidarietà.

    Giorgio

    utente anonimo

    30 Set 08 at 14:58

  58. Esprimo la mia solidarietà a mauro biani per questa censura gravissima.

    Gli faccio presente che però la stessa è vissuta anche a sinistra. Kilombo ha sospeso 3 autori ingiustamente.

    come puoi leggere qui;

    http://praga.ilcannocchiale.it/2008/09/24/kilombo_non_cadra.html

    http://praga.ilcannocchiale.it/2008/09/20/due_o_tre_domande_ai_gerarchi.html

    http://praga.ilcannocchiale.it/2008/09/20/la_caduta_di_kilombo.html

    I blogger sono

    Pensare in profondo http://pensareinprofondo.blogspot.com/

    Korvo rosso http://anagnirossa.splinder.com/

    Precariopoli

    http://precariopoli.wordpress.com

    Solo perchè comunisti e per i contenuti nei post non omologati al pensiero filo pd della redazione.

    Per esempio, secondo la redazione pubblicare foto di mussolini impiccato è giudicato violento. Pensa cosa avrebbero fatto nel tuo caso.

    Noto anche che l’aggregatore non ha espresso solidarietà nei tuoi confroniti

    Libertà di pensiero ovunque

    utente anonimo

    30 Set 08 at 15:52

  59. Io sto con Mauro Biani.

    Alberto

    utente anonimo

    30 Set 08 at 16:32

  60. Mauro, hai tutta la mia solidarietà

    Tisbe

    30 Set 08 at 16:39

  61. Io sto con Mauro Biani senza se e senza ma…

    [..] Io sono con Mauro Biani senza se e senza ma… per svariati motivi. Prima di tutto è un grande vignettista, uno dei migliori, in secondo luogo lo considero un amico di web ed in terzo luogo ma ha detto che se non fosse stato sposato mi avrebbe c [..]

    Tisbe

    30 Set 08 at 16:57

  62. ma come, non aveva fatto un concorso per le vignette su di lui, il brunetta? e ora s’incazza?

    io sto con mauro

    watchdogs

    30 Set 08 at 18:25

  63. Ti incollo il commento che ho fatto per Giornalettismo:

    “Il discorso sulla vignetta di Biani richiederebbe una enciclopedia intera. Molti non si rendono conto che ci sono fasce di popolazione che hanno già superato il confine della disperazione e alle quali basta davvero pochissimo per superare anche il limite che divide un comportamento legale da uno violento. Io credo che la vignetta non abbia fatto altro che rivolgere i fari su un fenomeno che pochi vogliono vedere, ma che purtroppo esiste: c’è chi sta SERIAMENTE pensando di agire attraverso le armi. Chi come me ha a che fare con persone che sono costrette quotidianamente a lottare per la sopravvivenza non può non rendersi conto che la situazione è grave ed è pronta per esplodere.

    Poi, possiamo insultare Biani quanto vogliamo. Ha lo stesso valore dell’insulto fatto al medico che comunica al paziente la diagnosi di una malattia grave.”

    Uyulala

    30 Set 08 at 18:43

  64. Ciao.. interessante questo post! L’ho scelto per la prossima puntata Post-iT, in onda su C6.TV

    SE VUOI INTERVENIRE DURANTE LA DIRETTA, PARLANDO TU DIRETTAMENTE DI QUESTO POST E DEL TUO BLOG IN GENERALE, CONTATTAMI IL PRIMA POSSIBILE!

    L’autore,

    Daniel Enrique C.

    ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘

    QUESTO ARTICOLO è STATO SCELTO PER LA PUNTATA DI POST-IT DEL 1 OTTOBRE.. in diretta alle 11:20 su c6.tv (la registrazione la troverete poi su c6postit.blogspot )

    Grazie per l’interessante articolo.

    Chiunque voglia segnalare un post letto o scritto troverà nel nostro blog

    c6postit.blogspot un ottimo strumento per amplificare le proprie idee.

    Aspettiamo tuoi appunti e segnalazioni su altri articoli interessanti.!

    ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘

    ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘ C6.TV ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘

    Oltre 1500 ore di diretta con la partecipazione di 3000 utenti.

    Ha segnato alcuni record dell’informazione via Web

    riuscendo ad avere in streaming

    12000 utenti in contemporanea!… 200 000 nella stessa giornata!

    C6.tv è informazione in diretta fatta da ogni luogo e da ogni persona.

    Realizzata con strumenti alla portata di tutti come Skype e videofonini.

    Permette a chiunque voglia di produrre contenuti video e di proporli ad un pubblico di utenti attivi.

    c6postit

    30 Set 08 at 18:54

  65. Ciao.. interessante questo post! L’ho scelto per la prossima puntata Post-iT, in onda su C6.TV

    SE VUOI INTERVENIRE DURANTE LA DIRETTA, PARLANDO TU DIRETTAMENTE DI QUESTO POST E DEL TUO BLOG IN GENERALE, CONTATTAMI IL PRIMA POSSIBILE!

    L’autore,

    Daniel Enrique C.

    ***************************

    QUESTO ARTICOLO è STATO SCELTO PER LA PUNTATA DI POST-IT DEL 1 OTTOBRE..

    in diretta alle 11.20 su http://www.c6.tv

    la registrazione la troverete poi su http://c6postit.blogspot.com

    Grazie per l’interessante articolo.

    Chiunque voglia segnalare un post letto o scritto troverà nel nostro blog

    (c6postit.blogspot.com) un ottimo strumento per amplificare le proprie idee.

    Aspettiamo i tuoi appunti e segnalazioni su altri articoli interessanti!

    ***************************

    ********** C6.TV **********

    Oltre 1500 ore di diretta con la partecipazione di 3000 utenti.

    Ha segnato alcuni record dell’informazione via Web

    riuscendo ad avere in streaming

    12000 utenti in contemporanea!… 200 000 nella stessa giornata!

    C6.tv è informazione in diretta fatta da ogni luogo e da ogni persona.

    Realizzata con strumenti alla portata di tutti come Skype e videofonini.

    Permette a chiunque voglia di produrre contenuti video e di proporli ad un pubblico di utenti attivi.

    c6postit

    30 Set 08 at 18:55

  66. scusa.. l’ho postato due volte.. un errore di sbaglio 😀

    cmq ne approfitto per farti i complimenti per la vignetta incriminata.. forte, diretta ed efficace.

    Hai tutto il mio appoggio

    c6postit

    30 Set 08 at 18:57

  67. Ti stimo da tempo, ho indegnamente usato le tue bellissime vignette nei miei blog precedenti, e continuerò a farlo, se me lo concedi. Continuo a dire che chi ti giudica, non ti conosce, e proprio per questo dovrebbe star zitto.

    Pat.

    LePaturnie

    30 Set 08 at 19:28

  68. gli artisti se non sono livellati con le mezze cartucce al potere vengono sempre attaccati.

    piena solidarietà con te.

    ermahico

    30 Set 08 at 20:50

  69. Bon là Mauro,vuole solo dire che un minimo di controcultura sta ripartendo in questo paese. Ci vuole sempre un brutto potere per avere un po’ di buona controcultura. Questo piccolo incidente è un successo non certo una sventura. Un capogruppo con gli occhi a palla che è una caricatura ha di se stesso si è autodenunciato nella sua ignoranza, ecco l’esatta descrizione dell’episodio.

    Orson.

    utente anonimo

    30 Set 08 at 23:53

  70. Mauro non mollare!

    Quando gli spauracchi li sventolano loro e’ “sicurezza”, quando gli fai vedere la faccia “vera” della disperazione allora sei un provocatore.

    Non mollare!

    Visco

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 07:58

  71. Ciao Mauro,

    ti seguo sempre dalla – ormai lontana -estate di Palinuro, anche se non lascio commenti. Quando l’altra sera ho visto in un Tg la vignetta incriminata ho riconosciuto la tua firma e mi sono detta “Evvai !! Guarda che casino ha combinato il Biani!!” Quindi stavolta è il caso di lasciarti due parole, anzi una sola: bravo.

    Margherita

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 08:49

  72. “Mi dispiace, ma questa volta la sua vignetta è un obrobrio.

    Non è satira…”

    Sarà satira quella di Benny, il disegnatore di Libero. Quello che quando l’Italia vinse i mondiali disegnò un topo con la maglia della Francia tra le fauci di Gattuso.

    “Provo profondo schifo e vergogna per lei. Non è molto più di chi ha ucciso Dalla Chiesa”.

    Infatti è MOLTO di meno. Tanto per cominciare non è mafioso. E non ha armi. Praticamente può solo tirargli una boccetta di inchiostro.

    “La vignetta è odiosa proprio riconoscendo il ragazzo finlandese…scherzare su quel dramma non dovrebbe far ridere proprio nessuno.”

    Ehi, genio, non si sta scherzando su quel dramma. Semmai ci ha scherzato il governo finlandese, visto che solo alla terza strage (tentata/effettuata) sta modificando la legislazione a tema.

    “in passato hai fatto vignette belle e meno belle, ma questa è abbastanza deprimente.

    Hai fatto una cazzata, capita.”

    La vignetta è deprimente perché la realtà stessa lo è.

    “Ma vai a lavorare”

    Uhm…credo lo stia già facendo.

    “La satira, informa, deforma e fa quel cazzo che le pare.” (Daniele Luttazzi)

    Respect, Mauro.

    frank87ba

    1 Ott 08 at 12:32

  73. Non mi sento un bigotto e di certo non parlo ispirato da interessi politici di parte. Penso che la satira sia una gran cosa e non possa essere sottoposta ad alcuna censura, quel che ne segue è gusto personale.

    Qualcuno può ridere, qualcuno si può offendere, altri neppure capiscono l’umorismo.

    Io – e sottolineo io – non penso sia una vignetta satirica molto divertente, nonostante il fatto sia un ammiratore di Biani. Anzi, penso che di satirico in senso letterale del termine abbia ben poco.

    Ma la mia è solo un’opinione, non certo la verità rivelata. Come le opinioni di tutti del resto.

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 14:52

  74. Ma sì è bellissima. E poi che importa se qualcuno sbuca fuori e sistema un Calabresi o un Biagi che rompono. O gambizza un Montanelli. Compagni che sbagliano, suvvia, succede. Tanto la colpa è dei nazifascisti, della DC, degli amerikani e di Berluskoni con Konfindustria e i padroni. Welcome back. Back nel senso di indietro. :)) Saluti a tutti i laburisti del blog 🙂

    AntiBolscevico

    1 Ott 08 at 15:50

  75. Ma di che si preoccupano? Tanto se lo sparano non lo beccano nemmeno di striscio visto che il tizio della vignetta spara ad altezza d’uomo e non ad altezza di brunetta.

    Un insegnante fannullone e terrone.

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 16:18

  76. Ma sì, dai. Chissenefrega se Brunetta vive sotto scorta da 25 anni perchè un gruppo di folli delinquenti, estremisti rossi che vanno sotto il nome di Brigate Rosse (il nome Moro vi dice niente?) lo ha preso di mira minacciandolo di morte. Chissenefrega se ad alcuni, cui piace riempirsi la bocca di parole come “pace”, “amore”, “fratellanza”,non conoscendone evidentemente appieno il significato, pensa che una vignetta che, pur nel solco dela satira (anche se non si capisce perchè la satira dovrebbe costituire una sorta di zona franca dove le regole e i diritti -naturali e giuridici- non esistono bensì tutto tutto è in balia di una anarchia), istiga alla violenza non solo contro un cittadino -fatto di per sè giò gravissimo-, ma addirittura contro un Ministro che è stato nominato tale da un Presidente che ha vinto, democraticamente e non per mezzo di un golpe, le elezioni e che quindi lavora per tutto il popolo italiano, sia che esso condivida le sue azioni o meno, sia una cosa ben fatta.

    Chissenefrega, insomma, se si usa un “dramma” dai contorni così tragici e grotteschi (come quello del killer finlandese) per attaccare -ma è la satira, baby- qualcuno.

    Non so come siano di solito le sue vignette, signor Biani, ma stavolta “l’ha proprio fatta di fuori”.

    L’Unità ha fatto bene a scusarsi, dimostrando, nonostante una manifesta faziosità, correttezza istituzionale. I commenti a sua difesa sono francamente intollerabili: ha compiuto una siocchezza; forse non una sciocchezza, ma una semplice leggerezza, e tutti le hanno dato addosso. Mi dispiace, perchè magari è stata l’unica della sua carriera (mi auguro), ma sinceramente hanno fatto bene. Quando si sbaglia è bene che qualcuno ce lo faccia notare: ci si “batte la bocca” e ci si rialza, punto.

    Nessuno la metterà alla gogna, specie in questo Paese, molto più democratico e tollerante di come molti lo vorrebbero dipingere, ma i più sperano che cose del genere non risuccedano.

    Sperando di non averla offesa, le invio distinti saluti.

    Francesco Aldo

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 16:20

  77. Arrivo via Tisbe giusto per sostenerti. Se ieri non hai ascoltato l’intervista di Vauro a La Zanzara cerca di procurartela. Ciao.

    Unpercento

    1 Ott 08 at 16:44

  78. Ma perchè si sono stravolti così tanto? Ma poi non era proprio Brunetta che aveva indetto un concorso per la migliore vignetta cattiva contro di lui? Anzi incitava a farle cattivissime!!!! Volendo ce n’era da scrivere e disegnare di cattivo a proposito dei componenti di questo governo. Mauro tutto il mio sostegno per quel poco che può valere.

    Barbara Langiu (mi sono firmata….non sono anonima…non c’è proprio nulla da nascondere…purtroppo)

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 17:05

  79. http://jener

    [..] COSI’ RIDEVA VAURO Dopo tutto quello che si è detto e scritto sulla vignetta di Mauro Biani su Emme, allegato all’Unità (qui un post-riassunto), tra le tante voci val la pena ricordare quella dell’on. Gasparri che dà del violento [..]

    jeneregretterien

    1 Ott 08 at 17:42

  80. Il guaio della vignetta è che non parla di ideologia che imbraccia le pistole.

    Parla di cose più terra terra, cose che ognuno vede attorno a se e che persone non politicizzate vivono sulla propria pelle.

    Forse per questo fa più male del modo di sbeffeggiare, di delegittimare così in voga nella stampa libera di destra.

    Il guaio è nel non capire che nelle città si aggirano tante persone che potrebbero non aver più nulla da perdere avendo perso tutto, anche il futuro.

    Il guaio sta nel voler fare la satira su cose serie e non nel ricordare che milioni di fucili verdi sono pronti per essere imbracciati.

    Il guaio è far pensare e far sorridere amaramente.

    Altre vignette ti son venute meglio, questa non è proprio da buttare se fa tanto pensare

    Ciao da Ludovico

    utente anonimo

    1 Ott 08 at 21:10

  81. Tornando a bomba, dov’erano questi commenti ostili ai tempi delle vignette danesi su Maometto (quelle sì, offensive)?

    Ah, le reprimende parziali…

    frank87ba

    1 Ott 08 at 22:02

  82. Era da molti anni, forse troppi, che un fumettaro non osava tanto in Italia…mi vengono alla mente alcune cose di Pazienza ma andiamo indietro al 1977…mi è piaciuta…molto

    utente anonimo

    2 Ott 08 at 08:58

  83. massima solidarietà.

    No alla censura

    saludos

    Bardaneri

    2 Ott 08 at 09:56

  84. Sat-ira

    [..] Colpi…bassi. [..]

    Sahishin

    2 Ott 08 at 10:18

  85. massimo rispetto a te. questi nuovi arroganti potenti hanno fatto della violenza verbale il loro credo e la loro azione quotidiana e poi si stupiscono se uno usa un linguaggio forte… il problema è che le parole “democrazia” e “libertà” suonano sempre più ridicole e vilipese…

    http://seavreistudiato.blogspot.com

    GiuppetheCat

    2 Ott 08 at 10:26

  86. Sono con te!

    Saamaya

    2 Ott 08 at 20:52

  87. Gasparri, noto difensore della costituzione, si scandalizza.

    Quando definì cloaca il CSM di cui Napolitano è presidente, pensai a un suo difetto di retorica, ad un’incapacità di metaforizzare le proprie pulsioni più viscerali.

    Oggi, nel vedere gli strali che lancia su questo omino armato disegnato su carta, capisco che forse la sua attitudine cognitiva è ai limiti dell’autismo. Proprio non riesce a produrre pensiero simbolico.

    Quello che vede è.

    Uomo armato = incitazione al terrorismo, senza preoccuparsi di indagare sul background dell’autore, sul posizionamento della testata, sul significato della parola satira.

    O forse Gasparri è semplicemente scosso.

    Perchè di pistole in mano ne ha viste tenere parecchie, quando i suoi camerati progettavano il golpe del 1970. O di bombe, sempre in quegli anni in piazza Fontana.

    In questo caso mi sento di tranquillizzarlo.

    http://gruppopigreco.wordpress.com

    utente anonimo

    3 Ott 08 at 11:52

  88. assurdo!non solo siamo disoccupati e senza prospettive, ma non possiamo neanche fare un po’ di satira…ci porteranno davvero a sparare a qualcuno!

    bravo Mauro sei forte non ti fare fermare da nessuno sei la nostra voce! tifo per te

    utente anonimo

    3 Ott 08 at 23:38

  89. Pearls to the porks.

    Grande Mauro.

    strolippo

    4 Ott 08 at 00:49

  90. Voglio dire, quello che Brunetta e soci non hanno capito è che giocando con l’umore nero della popolazione, rischiano davvero che qualche pazzo gli spari.

    D’altra parte, come diceva De Andrè:

    …fino a dire che un nano

    è una carogna di sicuro

    perchè ha il cuore troppo troppo vicino

    al buco del culo…

    strolippo

    4 Ott 08 at 00:53

  91. “Cara democrazia

    Ritorna a casa

    Che non è tardi.”

    Ivano Fossati

    Bardaneri

    4 Ott 08 at 11:07

  92. in ritardo come al solito…ti esprimo tutta la mia solidarietà 🙂

    theobserver

    4 Ott 08 at 20:13

  93. no, scusate se scrivo inritardo, non sapevo che cera un sito così. Ma da tantottempo lo pensavo, quello che scrivo. E adesso lo scrivo.

    No, non è satira. E’ indagine antropologica. Tutto in un disegno che si rifà alla Deposizione di antonellodamessina (o era la madonna, e la depo era di mantegnandrea?) e con quattro frasi tratteggia un ritratto compiuto del lumpenproletariat. Perchè, oltre la propaganda, è esattamente quello che pensa anche se non lo dirà mai (anche perchè nessuno glie lo chiederà mai).

    E’ giornalismo “allo stato puro”, come quei film annitrenta “chi cosa dove quando perchè”. Esagero? E la stampa tutta che ha fatto allora, è stata sobria?

    utente anonimo

    9 Ott 08 at 21:53

  94. … poi brunetta disse: “cioè, quando un uomo va al supermercato diventa un puro rivelatore di convenienza”… come si vede che ha visto troppi supermercati, poche persone!

    utente anonimo

    10 Ott 08 at 22:17

  95. Un abbraccio, continua così, come è sempre stato. A.

    utente anonimo

    11 Ott 08 at 13:03

  96. AHAHAHHAHAHAHAHHAHA,

    Scusa Mauro, ma tutta ‘sta questione mi ha messo una incredibile allegria (non so’ se su di te ha avuto lo stesso effetto….). Come spesso mi ripeteva (e mi ripete ancora!) la mia mamma: “la gente giudica secondo i propri pregiudizi”. Non mi stupisce quindi la reazione mediatica in un paese che ha così poca cultura nonviolenta…

    La cosa che mi fa’ però continuare a scompisciare dalle risate (AHAHAHHHAHAHHAHHAHHHAAH!) è che se ti accusano di “terrorismo” posso sempre provare a rivendicare, in qualità di tuo ex capo squadriglia, un ruolo da “cattivo maestro”

    AHHAHHHHHAHAHAHHHAHHAHHAHHAHHHAHHAHAHAHHH!

    Che mondo stupendo!

    Un bacione a te e alla tua famiglia

    Agostino Letardi

    utente anonimo

    17 Ott 08 at 10:12

  97. Grande Agostino.

    M.

    broiolo

    21 Ott 08 at 20:26

  98. A gaspà… vedi che non siamo scemi… le vignette le capiamo!

    utente anonimo

    24 Ott 08 at 20:04

  99. A me la vignetta fa sorridere,che poi credo sia ancora lo scopo che dovrebbero proporsi.Tutti pronti a mettere all’indice,quando poi nessuno si preoccupa di riflettere sull’oggetto della critica,quanto su come sia fatta.Che tristume…

    utente anonimo

    14 Giu 09 at 21:04

  100. […] parte dell’ineffabile Renzi in vista di una mannaia sugli statali. Ricordo il mio -odio- per la retorica dei “fannulloni” di Brunettiana memoria (ora ripresa da Renzi). Però la domanda è: perchè non protestare […]

Leave a Reply

*