Sulla stessa barca

3 comments

lampedusa-festival-biani-mostra-1
La mia mostra più bella. A Lampedusa, presso il Lampedusa in Festival che si svolgerà dal 25 al 30 settembre 2014. Di seguito la mia brevissima presentazione e quella di Gianpiero Caldarella che ne è il curatore in loco insieme alla Associazione Askavusa. (Qui galleria di foto della mostra. Tappe in progress.)

SULLA STESSA BARCA
“Non siamo tutti sulla stessa barca”, direbbero i lettori da vignetta perfetta. Io invece ho sempre pensato che la barca alla fine è unica. Per chi è nato di là, per chi è nato di qua. La barca di Caronte o un traghetto-ponte di condivisione consapevole. Tra questi due dobbiamo scegliere. E non per generica “bontà” e neanche solo per il ricordo delle nostre passate faticose migrazioni. Per il riconoscimento della comune natura umana e anche per lungimiranza. I veri “eroi” dei nostri tempi (eroi come metafora, come educatori alla speranza) sono proprio loro. Uomini, donne, bambini, che superano confini, barriere violente di ogni tipo, per sopravvivere. (Mauro Biani)

EPPURE IL VENTO SOFFIA ANCORA
Mauro Biani è una vecchia conoscenza del Lampedusa in Festival. Nel 2011 aveva già dato il suo contributo per la mostra “Le rughe sulla frontiera”, diventata poi un libro edito da Navarra Editore. Abbiamo deciso di coinvolgerlo anche quest’anno non solo perché è uno degli osservatori più attenti e più attivi sul fenomeno migrazione, ma anche perché i suoi lavori (quelli che vedete sono stati pubblicati da Il Manifesto nell’ultimo anno) hanno un respiro che supera i confini di una satira nazionale spesso ostaggio della ripetizione, della caricatura fine a se stessa e dell’incapacità di dire qualcosa al mondo.


Abbiamo scelto di allestire la mostra di Biani in un modo pressoché inedito, senza appenderle a qualche parete, ma facendole galleggiare sull’acqua, su quella stessa acqua che di tanto in tanto porta fino a riva i segni delle migrazioni: indumenti, oggetti, scarpe, appartenuti a qualcuno di cui spesso si ignora tutto, a cui troppo spesso si nega tutto, dalla libertà al diritto di avere un nome su una tomba o una vita degna di essere vissuta. È una mostra che non si può ammirare se non ci si bagna in quell’acqua, se non si afferra che dall’altro lato del blu c’è gente che ha gli stessi occhi per guardare le stesse immagini. Il mondo non è solo quello che si riesce a vedere coi proprio occhi e certamente non è quello che gli obiettivi “orientati” delle telecamere dei tg ci consegnano direttamente a casa. C’è una profondità in ogni singolo gesto o tratto, e non sempre il fondo del mare è visibile, anche se a Lampedusa l’acqua è super-trasparente e spesso si può vedere il fondo. In fondo a noi stessi, là dove si fa largo la convinzione che la storia del villaggio globale è una stronzata. I villaggi continuano ad essere tanti e gli uomini armati vestiti di mille uniformi, a presidiare ogni confine, lo testimoniano. Il mondo si frantuma nella moltiplicazione dei villaggi e delle frontiere, ma un’unità si può ricomporre e talvolta si ha la fortuna di scorgerla subito, di capire che siamo “Sulla stessa barca”, grazie a chi, come Mauro Biani, ha la capacità di immaginare mondi diversi e di mostrarli nel loro divenire, senza chiodi che fissino la realtà, seguendo il ritmo delle onde e dei venti. Pensate allo scirocco, forse è qui anche oggi, viene dall’Africa. Nessuna arma e nessun filo spinato lo potranno mai fermare. Allo scirocco non interessa se di lui si parla bene o male, se c’è chi vorrebbe rinchiuderlo in un Cie o chi vorrebbe insignirlo col Nobel. Lo scirocco soffia e spinge quella “stessa barca”. E tanto gli basta. (Gianpiero Caldarella)

Written by Mauro Biani

settembre 24th, 2014 at 2:20 pm

3 Responses to 'Sulla stessa barca'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Sulla stessa barca'.

  1. […] “Sulla stessa barca” la mia mostra itinerante a Lampedusa in Festival. Prima tappa. Spiaggia Guitgia. Con grande affetto per il curatore Gianpiero Caldarella e il collettivo “Askavusa”. […]

  2. […] via, a tappeto. La vignetta di oggi per il manifesto. O.t. Lampedusa. “Sulla stessa barca“. Seconda tappa: isola dei conigli. Tanta gente. Qui altre foto delle prime due […]

  3. […] vignetta di oggi per il manifesto. O.t. oggi chiusura de “Sulla stessa barca” la mia mostra nella splendida Lampedusa. Qui tutta la galleria di foto, vedere per credere. Ancora grazie al genio e al lavoro di Gianpiero […]

Leave a Reply

*