Il banale tempismo del nostro mare

one comment

Di bello e credo utile c’è stato l’incontro (che avevo annunciato) di ieri a Lucca Comics: “Mediterraneo, mare che unisce, mare che divide” con gli studenti delle superiori. Grande impegno di Lucca Comics (ringrazio soprattutto Dario, Jacopo ed Eleonora), e il Cesvot ha fatto insieme con insegnanti ed alunni un lavoro preliminare meraviglioso: grazie ad Alessandro, agli studenti e ai professori. Con Staino intesa e voti alti alle interessanti vignette realizzate dai ragazzi sul tema. Ho infine portato ad esemplare-esempio l’ottimo libro di vignettisti vari: “Le rughe sulla frontiera“, che coordinò Gianpiero Caldarella, accennando al prezioso lavoro vero e sul campo dei ragazzi di Askavusa a Lampedusa.
Di terribile c’è il tempismo del quotidiano: Naufraga barcone tra Libia e Lampedusa. dieci morti, settanta migranti salvati. Continuano le ricerche. Di un mondo un po’-meglio.
Foto di Graziella Corsaro

Written by Mauro Biani

Novembre 4th, 2012 at 7:41 pm

One Response to 'Il banale tempismo del nostro mare'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Il banale tempismo del nostro mare'.

  1. […] se ne parlava nel post qui sotto. Share on FriendFeed Share on technorati Tumblr it Tweet about it Subscribe to the comments on […]

Leave a Reply

*