Archive for the ‘sturiellett’ tag

2 agosto 1980

leave a comment


strage bologna, orologio, vignetta
L'Associazione tra i familiari delle vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980.
Il filmato integrale di
44 minuti mandato in onda ieri da History Channel.

Written by Mauro Biani

Agosto 3rd, 2007 at 2:43 am

Pinocchio e Zeppetto (col permesso della Fata Turchina ‘che mago Zurlino non si trovo’)

9 comments

Oplà, volo pindarico, ma poi mica tanto, e oggi vi catapulto, oh gentili passanti e ripassanti, nel mio lavoro di educatore professionale. Leggete ‘che voi ormai lo sapete: non c’è niente di più veracemente satirico, come la verve e i “punti di vista altri” che ogni giorno tento di carpire dai miei maestri di satira preferiti: i ragazzuoli residenziali con cui lavoro. Ora, una delle attività “facilitatrici” di comunicazione e relazione in comunità educative come la casetta residenziale in cui sono educatore professionale, è l’attività di “produzione” “insieme” di piccoli progetti ben individualizzabili e riconoscibili (“viventi” e da toccare con mano). I regalini per le famiglie, gli scaffali per il reparto, oggetti vari per personalizzare le stanze di ognuno dei ragazzi, piccoli giochi, ecc… Tutto questo costruito, restaurato, montato, provato, insieme al/ai ragazzo/i, accresce la condivisione nell’ambiente della casetta, diventa comunicazione, anche col ragazzo autistico, finanche col ragazzo con un cognitivo molto basso, comunicazione di affettività, di interesse, di scambio relazionale. Il ragazzo sarà poi più o meno protagonista o “spettatore”, ma l’importante è la con-partecipazione e la condivisione affettiva di quel momento. Nasce in questo laboratorio la storia di “Pinocchio e Zeppetto”, Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Luglio 11th, 2007 at 3:18 am

Vi regalo un disegno, se leggete cose migliori (Casablanca)

leave a comment

 

Cari passanti e ripassanti, mettiamola così: voi fate un abbonamento a Casablanca e io vi regalo un mio disegno originale. Lo so che dietro le vostre anime gruppettare e movimentiste si cela la cupidigia di speculatori senza scrupoli, e quindi sarete ben contenti di fare un investimento in opere d’arte che tra qualche anno varranno ben più del misero cinquantone che serve per un abbonamento sostenitore a Casablanca. A questo aggiungo che gli acciacchi dell’età, il secondo figlio, l’artrite e l’esaurimento nervoso per i disegni fatti alle quattro di notte, in futuro potrebbero rallentare la mia cospicua e bulimica produzione, facendo impennare ulteriormente le quotazioni dei miei originali. Insomma siate furbi e investite per il futuro, ‘che il materasso è fuori moda e tra un po’ il mattone andrà in calo. Vuoi mettere un Biani originale autografato appeso al muro? Tra non molto sarà l’ultimo grido nei salotti radical chic, ancora più ricercato dei poster degli Inti-illimani. Questa vendita all’incanto da incantatore di serpenti la faccio per una causa più che meritevole: Casablanca, arrivata al numero 7 è una rivista contro le mafie nata dalla testardaggine di un gruppo di volontari aizzati da Riccardo Orioles, fondatore del vecchio "Avvenimenti" e compagno di redazione ne "I Siciliani" del direttore Pippo Fava, assassinato a Catania durante l’intensa esperienza del mensile. Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Giugno 29th, 2007 at 12:44 am

Primo Aprile, secondo i blog

leave a comment

Qualcuno se ne accorto (e me lo ha pure comunicato, per email, via skype…). No, niente hacker, niente disservizio splinder. Qui e altrove ieri si è giocato al 1° aprile. Un piccolo rigurgito autoreferenziale blogghereccio tra questi compari di merenda. Un redirect continuo tra la 30ina di blog coinvolti e qualche impazzimento per i passanti e ripassanti malcapitati che si ritrovavano a casa di qualche sconosciuto. Guardiamo il lato positivo. Alcuni, capitati qui per caso, hanno conosciuto questo postaccio, altri passanti, amici graditi e abituali, avranno conosciuto altri postacci… Ok, uno scherzone. Basta applausi.

Written by Mauro Biani

Aprile 2nd, 2007 at 1:08 am

Posted in Uncategorized

Tagged with , ,

Un Natale da brutti, sporchi e cattivi (che però, potrebbe finire con un natale vero)

12 comments




Clicca per ingrandire le cartoline Natalizie

Come lo scorso anno, un piccolo omaggio natalizio ai gentili ed educati passanti e ripassanti del blog. Per il Natale si-può-fare-dippiù, cioè 6 cartoline (e-card) che parlano di storiacce e di babbi natali brutti, sporchi e cattivi, un po’ come siamo tutti, ‘che tanto lo zucchero a vagonate lo trovate un po’ dappertutto. Se vi va, pigliatene una (ma anche tutt’e 6) e fatene ciò che più v’aggrada. Stampatele, inviatele per email, personalizzatele oppure salvatele e speditele tramite servizio e-card gratise. Può essere che tra poco ne piazzi sul blog qualcun’altra, intanto contentatevi di queste e dei miei sinceri e affettuosissimi auguri per tutti voi per un Natale di pace e di un duemilasette perlopiù sereno. Baci, Mauro.
p.s. quest’anno mi consta rappellare ciò che anticipai. Per noi potrebbe essere davvero un Natale con natale, peraltro il secondo dopo Poldino. Io Babbo (a) Natale? Il tempo finisce il 12 gennaio, ma la mia gentile consorte pare essere donna matura e contratta. Comunque quando avverrà, sarò lieto di condividere il mio secondo natale con voi. Pax et bonum.

Written by Mauro Biani

Dicembre 23rd, 2006 at 8:10 pm

Il pensiero satirico. Il pensiero

leave a comment

Tempo di traslochi. Trasferisco centinai di disegni e vigne da un pc all’altro (di seconda mano, però più veloce e con photoshop che gira meglio) e mi imbatto su un “documento” scannerizzato un paio d’anni fa, ma del 1991. Una lettera di risposta della redazione di Cuore ad una mia distratta (all’epoca pensavo a tutt’altro che a vignette e disegni) richiesta di collaborazione (gli avevo spedito, per posta tradizionale, un paio di vigne “antidiluviane andreottiane” nel tratto, nel tema e nelle battute). Furono gentilissimi apprezzando l’inapprezzabile (il tratto dell’epoca) e sostanzialmente rispondendo: “riprova sarai più fortunato”. Fui comunque molto contento e da quel momento, con periodi più o meno lunghi di stasi vignettistica, aumentai la produzione su fogli, foglietti, quaderni, tovagliette di birreria. La storia con Cuore continuò l’anno dopo arrivando tra i primi 10 di un concorso indetto dal giornale e da “Nonsolo Nero” e poi con Mannelli che mi telefona per una collaborazione col suo Cuore, l’ultimo quello del 2000. Racconterò meglio in seguito, forse. Oggi il caso vuole, che il mio rilegatore di fiducia finisca il più bel lavoro (a parte le mie 2 Tesi) che mi abbia mai consegnato: tutti i miei numeri di Cuore dei suoi anni d’oro: 1991-1993. Sfoglio avidamente tutto il malloppo e mi viene una malinconia reattiva. Esperienze come quella de il Male e poi di Cuore, testimoniano come la satira possa essere giornalismo d’inchiesta, specchio della società, denuncia politica e sociale. Da anni non c’è nessuna pubblicazione cartacea che gli somigli, neanche lontanamente (a parte, ebbene sì, il "piccolo" Pizzino) e temo non sia solo responsabilità di satirici poco efficaci o poco appassionati e appassionanti. Forse ‘che la “richiesta” di pensiero si è piattamente esaurita?

Written by Mauro Biani

Settembre 6th, 2006 at 11:26 pm

Per Enzo Baldoni, in alto i calici

leave a comment

Clicca sulle vignette per ingrandirle.

Lo conobbi leggendo “Repubblica” al mare un giorno dopo il suo rapimento. Una sensazione strana che non capita spesso nella vita: quella di conoscerlo da sempre. L’articolo non lo ricordo ma ricordo la netta sensazione di sentirlo ridere forte, di vicinanza a quella sua curiosità da vero giornalista che lo portava fuori dall’ironia superficiale di un avventuriero, di un turista, che faceva della sua risata la consapevolezza della complessità della vita e al contempo Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Agosto 27th, 2006 at 1:18 am

Angelo Frammartino

6 comments



C’è chi ammazza i bambini, e chi, invece, porta giochi di pace. Grazie Angelo.

"Nei suoi “Barbari” di ieri, Baricco si domanda, e ci domanda, se abbiamo ereditato dalla rivoluzione democratica occidentale anche “una certa idea di anima e di spiritualità”. Se cioè siamo oramai vuoti come gusci, secondo l’idea che hanno di noi per esempio le masse islamiche, oppure qualcosa di umanamente forte ci appartiene ancora. Una piccola grande risposta viene dalla breve vita di Angelo Frammartino, Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Agosto 12th, 2006 at 11:59 am

Posted in Uncategorized

Tagged with , ,

Farina di Betulla, quel sacco di

leave a comment

farina-betulla-1
La memoria ci soccorre anche in questo blog, ma stavolta preferisco che sia Pino Scaccia (che ho sentito)a commentare:
“Ci sono pezzi fastidiosi da scrivere. La storia di Betulla, già. Non entro nel merito perché non sono abituato a dare giudizi sui colleghi: chi deve farlo prenderà sicuramente la decisione giusta. Faccio talmente da tanti anni il cronista che neppure sono una verginella e conosco bene, anche da vicino, i rapporti con i servizi segreti. Diciamo che c’è una bella differenza per un giornalista fra ottenere informazioni e darle (specie se a pagamento), ma è un discorso che magari faremo un’altra volta. Quel che mi preme adesso, e mi procura fastidio appunto, è di occuparmi di quel Farina che massacrò letteralmente Enzo Baldoni appena rapito (sapete com’è, stavamo insieme e capirà l’esimio collega se la prendo come un fatto personale). Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Luglio 8th, 2006 at 6:15 pm

Italia vs Germania, il mio 11 luglio 1982

14 comments

Eh, il campo inizia l’11luglio…
E la finale? Pensa se l’Italia va in finale…
Ahahahahaha!.. sisi come no.
(dialogo di fine giugno 1982)

Va bene, concedetemi una rimembranza, quella dei 14 anni. Ero caposquadriglia dei Caimani nel reparto Sirio-Sagittario del gruppo scout Roma 140, Monteverde, Donna Olimpia, per intenderci. Ci avevano appena comunicato che il Campo sotto al Gran Sasso sarebbe iniziato l’11 luglio. Ma ce lo avevano comunicato quando l’Italia era ancora a dibattersi a Vigo nel patetico girone eliminatorio… Potrebbe essere una sceneggiatura di Salvatores. Buona lettura.

E ci fu la sorprendente vittoria con l’Argentina di Maradona (2-1), ma soprattutto il trionfo baciato dagli dei protettori con la caduta degli dei brasileri (squadrone dove erano inseriti, inspiegabilmente, un Serginho centravanti e un Valdir Peres in porta) “santeria” avversa, nobile e sconfitta dal fato come nelle migliori tradizioni omeriche (3-2). Poi la Polonia aprì la porta 2 volte, intimorita, e Rossi era l’esile riscossa del made in italy già truffaldino, ma pagante di squalifica, e le braccette al cielo dentro la magliettina “le coq sportive” (ancora polo di cotone, incredibile) le avrebbero ricordate per anni anche in Polinesia. Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Luglio 4th, 2006 at 3:40 am