Archive for the ‘resistenza’ tag

Venticinque Aprile

2 comments

partigiani-1

La vignetta oggi su il manifesto.

Written by Mauro Biani

Aprile 25th, 2013 at 12:52 pm

Liberazione e Costituzione

2 comments

 

E’ festa, e io la rimetto. Tra l’altro, confesso, inizialmente nata per l’inserto di “Mamma!” per “I Siciliani” (come vedasi, e il nuovo numero uscirà tra poco). Poi ha fatto vari giri anche involontari. Orgoglio. Buon 25 aprile di Liberazione a tutti.
P.s. Nella fattispecie voglio segnalarvi anche una riflessione del Movimento Nonviolento e poi un gioiello di film che si può vedere in streaming: “Non uccidere“. Ispirato a un caso di cronaca del 1948, è la storia di François Cordier che, chiamato a fare il servizio di leva, rifiuta di indossare la divisa. Al tribunale militare il suo caso è abbinato a quello di Adler, sacerdote tedesco che nel 1944, arruolato nella Wehrmacht, ricevette l’ordine di uccidere un partigiano francese. Mentre il secondo è assolto per aver ucciso su ordine superiore, il primo è condannato severamente. Il film è un’arringa e, insieme, un pamphlet: pacifista la prima, anticlericale il secondo.  Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Aprile 25th, 2012 at 12:07 am

Al 25 aprile

6 comments

Ci vuole.

Written by Mauro Biani

Aprile 20th, 2012 at 6:01 pm

Bellacciao

one comment

La vignetta oggi su Liberazione. Sempre oggi su il misFatto altra mia vigna sul 25 aprile.

"La Resistenza oggi è Resistenza alle clientele ed alle consorterie, Resistenza alle collusioni tra mafia e politica, ma forse oggi questa collusione non esiste più perché essa stessa si è trasformata in identità. Resistenza al personale politico che è forte con i deboli e debole con i forti, che strozza legalità e sviluppo perché difende privilegi e potere. Resistenza contro le discriminazioni e lo sfruttamento, contro il razzismo e l’intolleranza (…)" Elio Camilleri.

Written by Mauro Biani

Aprile 25th, 2010 at 12:01 am

Segnalatio e Memoria

leave a comment

Segnalazio’. Mie vigne stamani sul Quotidiano della Satira (numero 36), inserto del Quotidiano della Basilicata, e su ScaricaBile numero 14, oggi da scaricare in pdf dall’omonimo blogghe.
P.s.: a proposito di memoria e di smemorati, Berlusconi ieri riferendosi alla proposta di legge che vorrebbe l’equiparazione tra repubblichini e partigiani, ha detto: "Non sapevamo che fosse stato presentato questo disegno di legge che sarà certamente ritirato". Se ne era parlato a lungo invece, in ogni dove, accennato persino qua con una mia vignetta uscita su Emme postata sotto il titolo "Disquisizioni sulla memoria". Stavolta Berlusca non smentisce, è solo smemorato. Ah la memoria. Infine Rosa, mi segnala una petizione per dire NO alla suddetta proposta di legge n. 1360. Firmare please.

Written by Mauro Biani

Aprile 27th, 2009 at 1:19 am

Lo stivale

5 comments

Clicca sulle vignette per ingrandirle. La vignetta a dx, un "classico", esce oggi su Liberazione.
E poi tutta l’amarezza di Giorgio Bocca in un’intervista radiofonica.

Written by Mauro Biani

Aprile 26th, 2009 at 12:30 am

Se non puoi appropriartene, condividi

leave a comment

(…) hanno le frontiere e il rispetto della maggioranza – perfino quello hanno – ma per sentirsi bene gli manca l’essenziale perché noi, non ci hanno e per questo stanno male.  (M. Serra "Quello che non hanno").
E invece a tutti quelli, passanti e ripassanti, che non hanno perso la memoria, buon 25 aprile.
P.s. su Mamma! poi, Ulisse Acquaviva e tutto il cucuzzaro per festeggiare assieme.

Written by Mauro Biani

Aprile 25th, 2009 at 12:29 am

Resistenza: 25, 27-28 aprile

leave a comment


La vignetta esce oggi su Liberazione

Written by Mauro Biani

Aprile 23rd, 2008 at 11:08 pm

Cosa c’entrano i fratelli Cervi con l’8 marzo? C’entrano eccome

7 comments

Trovo questa importante intervista a Maria Cervi e la giro all’attenzione dei passanti e ripassanti del mio blog.

“È un rito. L’8 marzo, le deputate Ds brindano, alla Camera. E quest’anno, che è sessantesimo dalla Liberazione, hanno invitato anche il Coordinamento femminile dell’Anpi. Come dire: le partigiane, le madri della Repubblica. Fra di loro ci sarà anche Maria Cervi, che all’epoca era troppo piccola per fare la staffetta, ma è pur sempre la figlia di Antenore e la nipote di Gelindo, Aldo, Ferdinando, Agostino, Ovidio, Ettore. I fratelli Cervi insomma. Quelli fucilati dai fascisti il 28 dicembre 1943. Quelli Medaglia d’Argento al Valor Militare. Quelli della canzone di Fausto Amodei: sangue del nostro sangue/ nervi dei nostri nervi. Quelli di cui Silvio Berlusconi ignorava l’esistenza, finché, a un Porta a Porta del 2000, Fausto Bertinotti lo informò che «furono uccisi per aver ospitato dei militanti comunisti». «Accetto volentieri l’invito a salutare papa Cervi» propose cordiale l’allora candidato premier. Peccato che papa Cervi, il leggendario Alcide, patriarca democratico e contadino illuminato, fosse morto già da trent’anni, e neanche tanto giovane: 94 primavere.

Maria, la maggiore dei dieci orfani Cervi, quella con più ricordi, non se la prese più di tanto per questa smemoratezza. Anche se con il vecchio Alcide ha dedicato la vita a custodire la memoria di quegli eventi. Prima nella cucina del podere Campirossi, dove ogni domenica arrivavano torpedoni di «compagne e compagni» e oggi nel Museo Cervi, stessa terra e stessa casa e 20 mila visitatori l’anno. «Alle gaffes di Berlusconi siamo abituati» dice. «Il vero insulto è veder calpestati tutti i giorni i valori che mio nonno e i suoi figli hanno consegnato all’Italia». Questi valori vigevano anche per le donne, a casa Cervi? Perché nelle famiglie contadine non è che mogli e figlie se la passassero bene. «Il giorno che sono nata, mio padre fece suonare le campane. E stupì mia madre, perché si faceva solo se nasceva un primogenito maschio. Disse: “Penso che uomini e donne devono avere gli stessi diritti”. Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Marzo 8th, 2005 at 1:16 am