Archive for the ‘libera’ tag

mani Libere; un uomo Libero

leave a comment

Riccardo Orioles, gioia. Nel giorno della memoria e dell’impegno (la vignetta di oggi per il manifesto). Claudio Fava: “Oggi, 21 marzo, giornata della memoria: che per una volta non è solo esercizio della memoria ma si fa cronaca e storia. Per la prima volta una vita spesa per scrivere sulle mafie e sui suoi innominabili amici è considerata titolo di merito civile, non di solitario accanimento“.  E Riccardo Orioles: “Nel ringraziare tutte le istituzioni che hanno voluto riconoscere un che di buono negli anni del mio lavoro, vorrei sottolineare che questo lavoro non è mai stato individuale e solitario ma umile e collettivo. Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

marzo 22nd, 2017 at 12:01 am

Libera

leave a comment

mafia-inchini-ed-educazione

Don Ciotti risponde alle minacce del boss Riina: “Mafia fiuta l’insidia della rivolta delle coscienze”.

Written by Mauro Biani

settembre 1st, 2014 at 10:16 pm

Memoria e impegno

leave a comment

mafia-memoria-impegno-giornata-il-manifesto
Oggi con Libera la giornata contro la cultura mafiosa. Ieri il Papa ha incontrato le vittime di mafia.
La vignetta oggi per il manifesto.

 

Written by Mauro Biani

marzo 22nd, 2014 at 12:15 am

Post d’aria pura.

4 comments

Segnalazioni. La prima vigna fa parte di "Un anno vissuto pericolosamente", calendario 2011 Uil-Feneal, ideato e realizzato da Massimo Caviglia, che ha affidato i mesi dell'anno a 7 vignettisti.
La vigna di Obama è invece sulla rivista Loop (mese di dicembre-gennaio), ora in edicola.
Infine, ancora un calendario con altre mie vignette: "2011, L'Italia che non muore", realizzato insieme ai ragazzi dello Spaccio Culturale Arci di Succivo (conosciuti e apprezzati all'Atellana festival), Art circolo Arci e l'associazione Libera.

Manifestazioni

leave a comment


Milano, Roma. Che poi a Roma c'è anche quella per l'Acqua, che è meglio.
p.s. ancora memorandum: è uscita Mamma! cartaceo, grande numero, acchiappalo.

Written by Mauro Biani

marzo 20th, 2010 at 12:09 am

Questo è il Papello, questo è il suo fratello.

leave a comment

La vignetta oggi su Satire e Satiriasi de Il Fatto Quotidiano.
A proposito di papelli, da leggere anche l’altro punto di vista di Censurati.

A Roma oggi si chiude la II Edizione degli Stati Generali dell’Antimafia, convocati da Libera. Tre anni fa, nel 2006, la prima edizione a cui avevo partecipato attraverso "Mafia Cartoon".
O.t. oggi anche altre 2 vignette su Liberazione e su Virus de L’Unità, argomento: Tremonti e co.

Written by Mauro Biani

ottobre 25th, 2009 at 4:46 pm

MomArt al Crack!

one comment

Ieri sera, invitato da Libera, ho partecipato alla giuria del concorso “MomArt” presso il festival CRACK!, fumetti dirompenti (al Forte Prenestino a Roma). Ma cos’è MomArt? Il MOMA di Adelfia è stata una discoteca nota nella mappa del divertimento notturno della Puglia. La discoteca ha attratto per anni migliaia di giovani pugliesi al consumo illegale per una serata all’insegna dello sballo a tutti i costi. Nell’ottobre 2007 la discoteca è stata sequestrata a seguito di un’operazione coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Bari. Il sequestro del MOMA rappresenta l’inizio di una nuova modalità di realizzare progetti intorno ai beni sequestrati e non ancora confiscati alle mafie. Dal MOMA è nato il MOMArt – Motore Meridiano delle Arti, officina dedicata alla giovane creatività regionale e nazionale. Il MOMArt è anzitutto un tentativo di costruire un’alternativa a quanto c’era prima, scommettendo sulla capacità dei giovani di mettersi in gioco con ironia, creatività e consapevolezza. MOMArt vuole realizzare forme di sostegno e interazione con le realtà giovanili del territorio, il sistema della produzione nazionale e la rete internazionale della cooperazione artistica. Una cultura che sia presente e tangibile e non un concetto astratto. (continua sul sito di Libera, altre info su Komix). Qui sotto le foto di alcuni dei lavori in concorso e in mostra al Crack! fino a domenica 21

Written by Mauro Biani

giugno 19th, 2009 at 4:18 pm

Italie

leave a comment

Italie. Berlusconi ormai senza freni vuole definitivamente sottomettere il Parlamento e la magistratura (quissù Liberazione di oggi).
Sempre ieri a Palermo tanti ragazzi, arrivati da tutta Italia, hanno partecipato alla giornata di commemorazione per Falcone e Borsellino. Pubblichiamo qui e su Mamma! un “report” inviatoci dalla prof.ssa Neda Capaccetti.
Palermo, 23 maggio 2009 Piazza magione ore 10,00
Vasile, Florin, Gabriel, dal popolo rom di Romania, Sorin dalla Romania, Kimberly e Vincent dalle Filippine, Meron dall’Eritrea, Wan Wood dalla Cina, Alina dall’Ucraina, Marvin dalla Tunisia, Sabatini dal Perù, insieme ai loro compagni italiani della Scuola Statale “Fratelli Cervi” di Roma ascoltano il racconto dell’infanzia e della adolescenza dei giudici Falcone e Borsellino che in questa piazza, nel quartiere della Kalza, giocavano e imparavano a volere bene alla loro città. Alcuni ragazzi disegnano, altri suonano, Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

maggio 24th, 2009 at 12:31 am

Colombia

leave a comment

Finalmente felici per la liberazione di Ingrid Betancourt, ci viene voglia di capire meglio la Colombia. E proprio sulla liberazione della Betancourt e sulla Colombia, c’è un post di Gennaro Carotenuto che vale più di 12 ore consecutive di telegiornali sull’argomento.
P.s. la vignetta esce oggi su Liberazione, soir edition.

Written by Mauro Biani

luglio 3rd, 2008 at 12:37 am

L’ascolto e l’impegno

leave a comment

Bisogna segnalarlo. Per il merito, certo, ma ciò che stupisce è la metodologia e la tipologia. Uniche. Tipologia: programma di prima serata su La 7 ( “Niente di Personale”, condotto da Antonello Piroso ) dove è andato in onda un rito laico. Metodologia: più simile ai tempi del teatro e più ancora alla tradizione orale, che a quelli nevrastenici televisivi. Tempi umani e ascolto (attenzione: ascolto, non audience). L’ascolto recupera il suo significato originario. Un rito laico, stimolato soprattutto da un “don”. Roba da scompaginare ogni stereotipo. Interessante e naturalmente importante. Libera e i parenti di moltissime vittime delle mafie. Uno ad uno, uno dopo l’altro a raccontare le storie dei loro familiari uccisi. E poi una breve intervista con Don Ciotti. A parlare di responsabilità, di impegno, di etica e di legalità, tutto molto concretamente. Una serata (durata fino alla mezzanotte) completamente dedicata alla “memoria e all’impegno” (già “celebrate” da Libera il 15 marzo a Bari). Un reality, ma stavolta realtà davvero, per le storie e per la modalità scelta per raccontarle. L’ audience per ora non so, ma di sicuro chi guardava soprattutto vedeva e ascoltava soprattutto, non solo sentiva.

Written by Mauro Biani

marzo 25th, 2008 at 12:52 am

elektronik sigara

film izle

vpills