Archive for the ‘emergency’ tag

Missione

leave a comment

guerra-pace-prepara-guerra

Un’altra giornata di guerra a Kabul. morti, feriti gravi, e si sta ancora sparando. attendo con ansia di vedere la faccia con cui diranno – e lo diranno, fra poco – “possiamo ritirare le truppe, missione compiuta, il paese è in pace!”. chissà se assomiglierà alla faccia con cui lo hanno detto dell’Iraq, un altro paese in cui, ancora oggi, non passa giorno senza che ci siano morti e feriti. intanto ad andarci di mezzo sono quasi sempre i civili. e stasera il mio pensiero è per loro, e per la donna italiana, funzionaria ONU, che oggi è stata portata nel nostro ospedale.” Cecilia Strada

Written by Mauro Biani

Maggio 24th, 2013 at 8:40 pm

Grottesque

leave a comment

AriBerlusca, Maya Italia.

O.t. “Oggi alle 18 a via Nazionale 193, presso il negozio di Emergency, ci saranno anche i vignettisti Alessio Spataro e Mauro Biani per autografare il calendario Emergency del 2013“.

Written by Mauro Biani

Dicembre 7th, 2012 at 12:30 am

Con cura

2 comments

“Da dieci anni, a Kabul, curiamo persone. Ne son passate centomila, in quell’ospedale, uno su tre era un bambino. Da dieci anni diamo lavoro e formazione ai cittadini afgani, con particolare attenzione al lavoro delle donne, delle vedove, dei diversamente abili. Da dieci anni, a Kabul, in questo modo coltiviamo i diritti umani. Un po’ come far crescere dei fiori in un elmetto. Con cura. Grazie: so che ci aiuterete a non smettere. E grazie a Mauro Biani, che pure ci aiuta, e lo fa con cura.” Cecilia Strada

Written by Mauro Biani

Febbraio 1st, 2012 at 12:01 am

Un’altra liberazione in edicola

leave a comment


Segnalazione. Nel mese di gennaio in contropertina di “E” la rivista di Emergency (ora già in edicola) c’è la mia vigna sulla liberazione di Francesco Azzarà.

Written by Mauro Biani

Dicembre 29th, 2011 at 7:59 pm

L’abbraccio

5 comments

 


Fermi, che oggi si gioisce. E la speranza di un prossimo abbraccio per chi è ancora nelle mani dei suoi rapitori.

Written by Mauro Biani

Dicembre 17th, 2011 at 12:00 am

Liberate Francesco

leave a comment


Il silenzioso appello ribadito oggi su Liberazione.
O.t. sempre oggi, su il Misfatto de Il Fatto Quotidiano altre 3 vignette
(carcere e mosche; caso marrazzo; in fondo al tunnel) e disegnucci sparsi.

Written by Mauro Biani

Agosto 21st, 2011 at 1:25 pm

Silenzioso messaggio ai rapitori

leave a comment


Francesco Azzarà, Emergency.

Written by Mauro Biani

Agosto 17th, 2011 at 12:02 am

“E” di Emergency e il governodelfare

leave a comment

Segnalatio: sul numero di giugno di "E" Emergency, da oggi in edicola,
una mia vigna sul governodelfare.

Written by Mauro Biani

Giugno 1st, 2011 at 3:19 pm

Se me lo dicevi prima.

5 comments

Massimo fa l'infermiere professionale, lo conosco dai tempi degli scout. E' un amico tenace e cocciuto, crede da sempre nelle cose semplici, basiche, tipo la vita. Massimo mi ha dato l’ok, e così pubblico qui di seguito stralci di un paio di sue graditissime mail (del 21 ottobre e di ieri). Perché non ci si indigni ad orologeria quando siti come Wikileaks ci “rivelano” la realtà. La realtà delle guerre è altresì semplice semplice, ma preferiamo sia “rivelata dopo”, così poi tutt'al più ci indignamo per un paio d'ore e poi sereni.

 
"Attualmente mi trovo in Afghanistan, esattamente a Lashkargha, l'ospedale di Emergency nella parte sud occidentale del paese, l'ospedale che era stato chiuso qualche mese fa per le note vicende degli operatori di Emergency arrestati. Qui la situazione è come al solito abbastanza critica, l'ospedale è costantemente pieno, ogni giorno riceviamo molti feriti, sia dalle zone di battaglia nei dintorni della città (molte ferite da pallottola, razzi, missili, o altro tipo di ordigno esplosivo), che dai campi dove gli afgani lavorano, soprattutto esplosioni da mina, ma anche a volte da attentati che avvengono in città nel bazar e in luoghi di solito molto affollati. Questa guerra è veramente una follia, stritola gli afgani in una morsa allucinante, da un parte i talebani, Read the rest of this entry »

Written by Mauro Biani

Ottobre 28th, 2010 at 12:02 am

A volte uno rifiata.

one comment

Incrocio Emergency due volte in questi giorni. La prima un paio di giorni fa attraverso la lettera di un amico di vecchissima ( e gloriosa) data, ora nell’ospedale di Lashkargha. Vorrei pubblicarla per spiegarmi, per spiegare coi suoi occhi la guerra e tutte le menzogne e i silenzi che sciacalli veri spandono a beneficio delle nostre fette di prosciutto sensoriali. Ma c’è bisogno del suo consenso e se me lo darà lo farò con piacere. Poi Cecilia, che oggi mi ha chiesto un contributo "vignarolo" per la Sierra Leone. Dal suo arrivo nel 2001, Emergency in Sierra Leone ha curato oltre 294.936 persone nel suo Centro chirurgico e nel Centro pediatrico.
o.t. oggi su Liberazione una vigna sulle ultime di Terzigno e co.

Written by Mauro Biani

Ottobre 27th, 2010 at 12:16 am