Archive for the ‘calcio’ tag

Un calcio

leave a comment

Il calcio, come fuori dal calcio. Oggi per Repubblica.

Written by Mauro Biani

Novembre 6th, 2019 at 10:32 pm

Taglio alto/guerra e calcio (2)

leave a comment

La striscia questa settimana per l’Espresso.

Written by Mauro Biani

Ottobre 22nd, 2019 at 3:12 pm

Guerra e calcio

leave a comment

La finale di Champions, la guerra.
Oggi per Repubblica.

Written by Mauro Biani

Ottobre 16th, 2019 at 7:05 pm

Cori razzisti

leave a comment

Cori razzisti. Oggi per il manifesto.

Written by Mauro Biani

Dicembre 28th, 2018 at 12:12 am

Minima moralia

leave a comment

Pop sbagliato. Oggi per il manifesto.

O.t. L’Italia ci va ai mondiali. 40 anni dalla legge Basaglia. La vignetta sempre per il manifesto. E il bellissimo film dell’inizio dell’avventura.

Written by Mauro Biani

Maggio 12th, 2018 at 12:01 am

In cammino, con umiltà

leave a comment

La Roma non si discute, però facciamo ‘st’altro 3-0, adesso.

Written by Mauro Biani

Aprile 25th, 2018 at 12:08 am

Mai ‘na gio… anzi no.

leave a comment

Roma Barcellona 3-0. “L’avevo detto“.

Written by Mauro Biani

Aprile 11th, 2018 at 12:01 am

Taglio alto/Panem et

leave a comment

La vignetta per l’Espresso, ora in edicola fino a domenica.

Written by Mauro Biani

Novembre 22nd, 2017 at 12:01 am

Bar sport

leave a comment

Sinistre. Oggi per il manifesto. Sempre per il manifesto due vignette (una e due) sulla tragedievole eliminazione dell’Italia dal prossimo mondiale di calcio. Sob.

Written by Mauro Biani

Novembre 14th, 2017 at 11:55 pm

Chiarezza e fermezza del calcio

leave a comment


Inutile sdegno. Oggi per il manifesto.

Sarà stato il ’94 o il ’95. L’Italia di pallavolo quella stratosferica di Velasco. Ero ad una partita di world league al Palaeur (la squadra ospite credo fossero gli Usa). Ad un certo punto 3-4 ragazzotti tirano fuori una bandiera nazista con svastica e la espongono da uno degli spalti superiori. Un fischio, 10, mille fischi verso questi e la bandiera. Poi un coro uniforme da Tutto il palazzo: “scemi scemi scemi“. Intanto spettatori limitrofi gli strappano la bandiera, li spintonano. Arrivano 4-5 steward che portano via i nazistelli, fuori dal Palaeur. Applausi da tutto il palazzo. I giocatori fermi da 10 minuti (ché guardavano dal campo quello che accadeva) riprendono la partita.   Che spettacolo meraviglioso, indimenticabile.
L’atmosfera di quel Palaeur la ritengo figlia anche di Velasco, del suo intendere lo sport e la vita.

Poi, poi c’è Lippi, per esempio.

Written by Mauro Biani

Ottobre 25th, 2017 at 12:01 am