La croce nella bandiera

9 comments

Castelli e la bandiera: «Lezione dalla Svizzera. Occorre un segnale contro l’ideologia massonica e filoislamica».

Written by Mauro Biani

novembre 30th, 2009 at 12:00 am

9 Responses to 'La croce nella bandiera'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'La croce nella bandiera'.

  1. Pensavo intendessero la croce infuocata come i cuginetti del kkk.

    utente anonimo

    30 Nov 09 at 00:38

  2. L’ammuìna

    [..] L’ammuìna La Lega, non avendo altre proposte concrete per aiutare i padani a uscire dalla crisi, e per sviare l’attenzione dell’opinione pubblica dai grossi problemi nazionali (dall’azzeramento dell’educazione alle paurose riforme della gius [..]

    animasalva

    30 Nov 09 at 01:10

  3. LA LEGA E’ L’ unico partito in grado di difendere gli interessi della nazione italiana. BRAVI !!!!!!!

    CONTRO L’ INVASIONE DELLA CULTURA ISLAMICA fanno BENE !!!!!!!!

    utente anonimo

    30 Nov 09 at 03:24

  4. qualcuno mi spiega la relazione fra massoneria e islam??

    utente anonimo

    30 Nov 09 at 04:57

  5. questo rifiuto dei minareti, per altro belli dal punto di vista architettonico, farà crescere la xenofobia contro la comunità musulmana nel cuore dell’europa. e in quei partiti dell’estrema destra come la lega, si cercherà di trarne un profitto a proprio vantaggio, purtroppo

    imaginaire

    30 Nov 09 at 09:19

  6. Sono d’accordo, anche se dal punto di vista architettonico non erano male neppure le torri gemelle.

    gianfswiss

    utente anonimo

    30 Nov 09 at 12:50

  7.  Giustamente graffiante.
    E, purtroppo, tristemente centrata.

    Concordo con chi chiede informazioni sulla relazione tra islam e massoneria: non me ne risulta alcuna…. 

    CIAO
     

    Paolo

    utente anonimo

    30 Nov 09 at 14:43

  8. Mi piacerebbe pensare un mondo in cui in un qualsiasi pomeriggio di pioggia in una città qualsiasi in una casa qualsiasi, mentre si mangia insieme un biscotto qualsiasi, mentre c’è chi è più o meno allegro,più o meno stanco, c’è chi gioca chi studia chi mangia chi legge chi telefona chi chiacchera chi dorme chi litiga…possa esistere una madre che vuole tagliare i capelli a suo figlio ma non ha i soldi, ci sia un bambino che vuole essere più carino,uguale agli altri e far felice sua madre,ci sia una donna che cerca di distrarla,di farla cmq sentire bene,importante,non riuscendoci troppo,ci sia un signore qualsiasi che passa a trovare la sua famiglia e che vedendo il tutto,comprende e si rende disponibile a fare da barbiere…ci sia una sedia circondata da donne bimbi di ogni colore e credo…che ridono attorno a quel bimbo che taglia i capelli…che si è sentito per un poco anche figlio di un padre qualsiasi,di un uomo dolce e accogliente che era lì per lui.Mi piacerebbe pensare a questo mondo.Un mondo ancora possibile se penso al pomeriggio appena vissuto. Baci,M.

    utente anonimo

    30 Nov 09 at 22:47

  9. complimenti : ) ho dato uno sguardo un po’ in giro, ottimo lavoro il tuo.

    Alecon

    1 Dic 09 at 23:16

Leave a Reply

*