Luoghi comuni: Rom al confino della Sacra Patria

14 comments


grillo, rom, patria, pancia, vignetta
Il post di Grillo. A tra un po’, forse, qualche considerazione. Ma anche no.
Per fortuna proprio oggi c’è anche tanta gente che marcia per la pace e per i diritti di tutti.
P.s.: in edicola, finalmente, oggi è tornata Paparazzin, la pagina satirica di Liberazione.

Written by Mauro Biani

ottobre 7th, 2007 at 1:20 pm

14 Responses to 'Luoghi comuni: Rom al confino della Sacra Patria'

Subscribe to comments with RSS or TrackBack to 'Luoghi comuni: Rom al confino della Sacra Patria'.

  1. Bellissima 🙂

    utente anonimo

    7 Ott 07 at 14:56

  2. Sulla questione mi permetto di segnalare il commento piu’ lucido incontrato finora sulla blogosfera italiana:

    http://blog.quintarelli.it/langolo_di_cusani/2007/10/quale-sicurezza.html

    Inoltre segnalo un problema di metodo: siamo passati da una agenda dei media indipendenti guidata dalle cazzate dette da berlusconi ad una agenda dei media indipendenti guidata dai media tradizionali che stanno in agguato sul blog di Grillo e ne amplificano ogni cazzata, decontestualizzandola e dandole un peso che in altri paesi avrebbero solamente le dichiarazioni dei capi di stato e di governo. La cosa e’ talmente esasperata da aver perso completamente la misura: nessuno ha reagito quando Luttazzi ha detto che “L’italia e’ un paese di merda”, semplicemente perche’ all’epoca concedevamo ai comici delle licenze artistiche e il gusto dell’iperbole. Mentre adesso Grillo, suo malgrado, dovra’ rispondere di ogni singola parola come dovrebbero fare al suo posto quelli che hanno davvero le mani sul timone dell’immigrazione. Ma nessuno pensa di mettere in prima pagina una intervista a Napolitano dove chiedergli cosa pensa della legge firmata a suo tempo con la Turco per istituire i lager di stato. Molto meglio lasciare che i quotidiani, i vignettisti, e l’opinione pubblica resti a fare le pulci alle ultime cazzate di un comico che si diverte a fare e casino e a provocare scandalo attorno a se’ come ogni giullare che si rispetti. Possiamo ridare alle cose la giusta dimensione? Perche’ ce ne fottiamo di quello che pensa sui Rom il capo dello stato cofirmatario di una legge segregazionista mentre ci scandalizziamo selettivamente per qualunque cazzata dica il personaggio del momento, anche quando il suo mestiere e’ proprio quello di spararle grosse per farle sentire meglio?

    utente anonimo

    7 Ott 07 at 15:38

  3. utente anonimo

    7 Ott 07 at 15:46

  4. Grande Maurinho!!!…come sempre!

    Un abbraccio, Matteo

    utente anonimo

    7 Ott 07 at 19:04

  5. Ho l’impressione che Grillo si sia un po’ fatto prendere la mano. Che cosa voglia non so… Frequento da anni il suo blog e devo dire che è pieno di cose interessanti e iniziative giuste. E’ uno dei pochi che parla di decrescita, di follia del nostro sistema di produzione basato sull’usa e getta, ecc. Alcune sue battaglie sono meritorie. Se ora si mette a seguire l’onda securitaria rischia di compromettere tutto, sporcandosi e perdendo credibilità. In più, c’è il rischio che tanti lo seguano anche lì. Se poi voglia fare politica attiva non lo so, ma mi ha dato fastidio la sua comparsata nel comizio di Di Pietro…

    mariobadino

    7 Ott 07 at 22:17

  6. Grande! hehe 🙂

    piottalaura

    8 Ott 07 at 02:36

  7. Ahi ahi, lo sento che mi sto per mettere nei guai ma a me la semplificazione estrema in un senso e nell’altro mi fa paura. Certo Grillo può dire ciò che gli pare (d’altra parte come ognuno di noi) e può anche arrivare ad usare il concetto della Patria per estremizzare questa sensazione che ad essere onesti si prova di un troiaio dove tutti vanno e vengono nel sacro nome della globalità e della solidarietà. Discorso difficile (pari a quello dei lavavetri) perché resta sempre la sensazione sgradevole che la soluzione sia peggiore del male quando oltre i lavavetri vedi oramai decine di ragazzi africani agli angoli delle strade a chiedere l’elemosina (oltre a quelli che si dedicano alla vendita di copie di film e cd prodotti da enti non proprio benefici) e formicai di rom che svincolano sulle corsie della tangenziale dai casotti dove si paga a misteriose vie immerse nella vegetazione piena di polvere e smog che fiancheggiano l’asfalto. Non semplifichiamo e non estremizziamo nella discussione ma non facciamo finta che non ci sia il problema.



    dirkgently1

    8 Ott 07 at 07:41

  8. “La vera emergenza non e’ l’immigrazione ma la mancanza di politiche di accoglienza nel nostro Paese”. Lo dichiara la deputata del Prc-SE Mercedes Frias in riferimento all’allarme lanciato da Beppe Grillo, che ha definito la ‘questione rom, una bomba pronta ad esplodere’.

    “Giovedi’ presentero’ una proposta di legge per estendere gli effetti della legge sulle minoranze linguistiche anche a rom e sinti, spiega Frias, perche’ crediamo che un Paese civile si distingua soprattutto per le risposte che da’ a chi si trova in difficolta’.

    Con le sue avventate e ingiustificate esternazioni Beppe Grillo alimenta un clima di intolleranza che sfocia spesso in episodi violenti.

    Questa mattina, l’Associazione romeni d’Italia e l’ambasciata romena hanno ricevuto email con pesanti minacce; nei giorni scorsi, vari campi nomadi sono stati dati alle fiamme; sempre questa mattina il sindaco di Livorno ha proposto di togliere i bambini ai genitori rom’.

    I Grillo di turno, conclude Frias, avallando stereotipi e paure generalizzate, dimostrano anche tanta ignoranza confondendo spesso il concetto di etnia e nazionalita’ venandola di contenuti razzisti.

    Non tutti i rom sono romeni e soprattutto essere rom non e’ un reato”.

    afroitaliani

    9 Ott 07 at 22:54

  9. Ringrazio afroitaliani per il commento-citazione. E’ esattamente quel “qualche considerazione” che avrei aggiunto. Specie l’ultima parte: “(…) avallando stereotipi e paure generalizzate, dimostrano anche tanta ignoranza confondendo spesso il concetto di etnia e nazionalità venandola di contenuti razzisti.

    Non tutti i rom sono romeni e soprattutto essere rom non e’ un reato

    Mauro

    broiolo

    9 Ott 07 at 23:32

  10. Già, come essere italiani non è reato o come essere marziani non è reato. Anche se l’altra affermazione “non tutti i rom sono romeni” mi sa di distinguo (allora ci sono rom romeni e questo è buono e rom non romeni e questo è cattivo?) vorrei capire, a parte la considerazione che Grillo si autoreferenzia e spazia all’impazzata senza più freni, perché in questo paese cosiddetto civile si devono fare leggi ad hoc per questa o quella etnia quando è talmente chiaro che le difficoltà attanagliano tutti e sono proprio le difficoltà che generano intolleranza.



    dirkgently1

    10 Ott 07 at 09:45

  11. Posso mettere quella vignetta sul mio blog, citando la fonte? E’ bellissima!

    Poi naturalmente una vignetta deve in qualche modo estremizzare il messaggio per mostrare il lato paradossale, non le si può chiedere di spiegare tutte le sfaccettature di un problema complesso.

    Questo lo si può lasciare a “qualche considerazione” che può o meno seguire;-))

    Ma nel mostrare il lato assurdo e surreale di quella spaventosa uscita sui sacri confini (che visto il seguito che ha ormai acquistato Grillo, per me è una delle cose più infelici che ho letto negli ultimi tempi, per varie ragioni) è assolutamente fantastica!

    Alexgenova

    10 Ott 07 at 10:12

  12. Alexgenova, mettila pure.

    Ciao,

    Mauro

    broiolo

    10 Ott 07 at 12:47

  13. utente anonimo

    10 Ott 07 at 14:46

  14. […] Per concludere, un’eloquente vignetta di Mauro […]

Leave a Reply

*